RUDOLF STINGEL @ PALAZZO GRASSI – Venezia

Un progetto speciale quello di Palazzo Grassi, una mostra che consacra l’amicizia fra un artista e uno dei più importanti e influenti collezionisti di arte contemporanea. Si tratta della personale di Rudolf Stingel ospitato da François Pinault in uno dei più affascinanti palazzi di Venezia.

Stingel, artista di origine tirolese che si divide fra l’Italia e New York, porta in laguna tutto il suo universo espressivo e, in un luogo già così intenso e ricco di storia, evoca uno spirito romantico e decadente che ben si sposa con lo spazio che lo ospita. Le pareti della fondazione sono la superficie sulla quale si esprime, pavimento e soffitti sono ricoperti da una moquette che riproduce il motivo di un prezioso tappeto della Transilvania  trovato dall’artista in un libro di manufatti orientali. Su di essa dipinti e fotografie completano il racconto di una ricerca lunga una vita passata attraverso Biennali d’arte e importanti musei in giro per il mondo. Più di 5.000 metri quadri per una mostra monografica aperta ancora per pochi giorni (chiude il 6 gennaio 2014) ma che vale la pena vedere.

RUDOLF STINGEL Fino al 6 gennaio 2014 Palazzo Grassi – François Pinault Foundation VENEZIA

l’Opificio on CASA FACILE December 2013

La luminosità è QUALITA’ DELLA VITA

Una casa funzionale e accogliente senza tradire il passato.

Scelte di stile tra diverse epoche.

I vari stili sono ben calibrati tra loro: I cuscini l’Opificio, il tavolo leggero anni ’60 , la console ‘800 si accodano al lampadario Anni ’50.  Abolite le suddivisione datate, ora il soggiorno può definirsi addirittura triplo…


Collecting Textiles!

Quale spirito e motivazioni ci sono dietro un collezionista di tessuti? Che cosa lo spinge a cercare e accumulare manufatti tessili senza mai essere soddisfatto? Collecting Textiles, il libro a cura di Margherita Rosina pubblicato da Allemandi Editore, articola una serie di risposte accompagnando il lettore in viaggio bellissimo tra raccolte tessili di ogni genere. Con una introduzione che riporta alcuni importanti interventi dedicati al collezionista e mecenate Antonio Ratti (che comprende un saggio di Thomas P. Campbell, direttore del Metropolitan Museum di New York) il volume prosegue poi con interessanti interventi e immagini inedite.

Questo particolare collezionismo è raccontato attraverso tre temi chiave: la figura del collezionista (Annette Schiek del Deutsche Textilmuseum di Krefeld, Aurélie Samuel del Musée Guimet di Parigi, Maria Paola Ruffino del Museo civico d’Arte Antica di Torino e Seth Siegelaub, fondatore della Stichting Egress Foundation); l’identità delle collezioni e la nascita dei musei tessili (Angela Völker del MAK di Vienna, Jacqueline Jacqué del Musée de l’Impression sur Etoffes di Mulhouse, Eulalia Morràl i Romeu del Centre de Documentaciò i Museu Tèxtil di Terrasa e Filippo Guarini del Museo del Tessuto di Prato); ed infine il complesso problema dell’esposizione dei tessili (Magdalena Droste, studiosa dei tessili del Bauhaus e Sonnet Stanfill del Victoria & Albert Museum di Londra).

Un bel volume e un ottimo modo per conoscere la storia del tessuto… buona lettura!

Collecting Textiles
Patrons Collections Museums
a cura di Margherita Rosina
2013 – Ed. Allemandi & C., Torino