Cos’è il mohair? Storia, notizie, curiosità

Il mohair è la fibra tessile ricavata dal pelo della capra d’Angora, il cui nome deriva dalla capitale della Turchia – Ankara – dove è presente da oltre duemila anni. Dalla Turchia, l’allevamento di capre d’angora si è diffuso anche in Texas ma è soprattutto in Sudafrica che oggi si trovano gli allevamenti più qualificati: il mohair sudafricano si distingue per la sua lucentezza, la pulizia e l’uniformità delle fibre e per l’assenza di impurità.

La caratteristica particolare del mohair, oltre alla sua lucentezza, è la “nervosità”, che lo rende la fibra naturale più elastica e resistente alla piega e perciò più adatto alla produzione di capi ingualcibili.

Il mohair trova ampio utilizzo sia nella maglieria che nella produzione di tessuti: per i tessuti più fini si utilizza il Kid mohair, cioè la fibra ottenuta dalla prima tosa dell’animale, che ha luogo entro i primi dieci mesi di vita. Sono i lotti più fini e belli, con fibre lisce e lucide di un colore bianco trasparente.

Il Kid mohair rappresenta solo il 19% della produzione annuale totale.