NaN€

NaN€

La bellezza dei tessuti d’arredamento

Lampasso

La personalizzazione degli interni trova nell’utilizzo dei tessuti d’arredo un aspetto fondamentale.
Puntata dopo puntata vi stiamo portando alla scoperta delle differenti tipologie di tessuti. Abbiamo già approfondito Damasco e Damascato e poi Broccato e Broccatello, oggi andremo alla scoperta del Lampasso.

In questo nostro viaggio nel tessile d’arredo faremo sempre riferimento al Tessutario, che abbiamo scritto con il prezioso contributo di Carlotta Berta @unprogetto e e Cecilia Bima.

LAMPASSO

Tessuto a disegni piuttosto grandi in cui il disegno è prodotto dalla trama di uno o più colori che risalta nettamente dal fondo, di solito in armatura raso.
Il lampasso è molto simile al broccatello, ma diversamente da questo presenta il disegno piatto invece che in rilievo dal fondo.
Generalmente è formato di un solo ordito, ma i tipi più fini hanno, oltre all'ordito principale dello stesso colore della trama, un ordito supplementare di legatura di colore intonato alla trama o alle trame che formano il disegno.
Dato che le trame sono legate sia sul dritto che sul rovescio del tessuto, il lampasso si presenta liscio da entrambi i lati. Di origine cinese, si diffuse in Persia dalla fine del X sec. ed ebbe il suo momento di maggior fulgore tra il XVI e il XVIII secolo.
Grazie alla struttura costituita da due orditi e più trame che disegnano fantasie molto elaborate, il lampasso, dal francese Lampas, si presenta molto simile al broccatello, se non fosse che questo non presenta il disegno in rilievo, ma è invece piatto.
Si tratta di un tessuto molto pesante utilizzato per lo più nelle tappezzerie, tappeti, rivestimenti e paramenti ecclesiastici.

Origine
India/Cina
Tiplogia
Armatura
Come riconoscerlo
Il disegno risalta netto dal fondo, che di solito è in armatura raso.
Si riconosce rispetto al broccato perché sul rovescio abbiamo un groviglio di fili senza interruzione.

Per approfondire meglio tutte le tipologie di tessuti con un approccio nuovo e concreto fate riferimento al nostro Tessutario.
Cos’è il Tessutario ce lo dice Carlotta: ”Un glossario dei tessuti, che non è una mera catalogazione, ma una mappa che mette in evidenza legami, senza rinunciare a porre ordine. Insomma una guida per districarsi, nel vero senso della parola, in questo universo tanto affascinante quanto sfacettato. Un glossario che non parte dalla produzione e dalle tecniche realizzative, ma al contrario parte dall’ultimo punto del processo: il tessuto.”

Il Tessutario è un ebook che riceverete iscrivendovi alla nostra newsletter.

Articoli

divisore

Ispirazioni per l’estate


Alla scoperta dei colori


l’Opificio @ Milano Design Week 2022